Warning: Parameter 1 to wp_default_styles() expected to be a reference, value given in /web/htdocs/www.simonecunego.it/home/wp-includes/plugin.php on line 601

Warning: Parameter 1 to wp_default_scripts() expected to be a reference, value given in /web/htdocs/www.simonecunego.it/home/wp-includes/plugin.php on line 601
Il linguaggio della fotografia in bianco e nero
Il linguaggio della fotografia in bianco e nero
51134
single,single-post,postid-51134,single-format-standard,eltd-core-1.0.3,ajax_fade,page_not_loaded,,borderland-ver-1.6, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,fade_push_text_right,paspartu_enabled,paspartu_on_top_fixed,paspartu_on_bottom_fixed,transparent_content,wpb-js-composer js-comp-ver-4.5.3,vc_responsive
Il-linguaggio-della-fotografia-bianco-nero

Il linguaggio della Fotografia in Bianco e Nero

La fotografia ha avuto inizio come un’invenzione basata sulla quantità di luce e non sulla lunghezza d’onda, che determina invece il colore. Essenziale per la fotografia in bianco e nero è quindi la perdita di colore, l’attenzione si focalizza maggiormente sulla modulazione delle graduazioni tonali e si è portati verso un rigore che spesso viene offuscato dalle emozioni e dalle associazioni che il colore induce.

I principali argomenti in favore della fotografia in bianco e nero sono infatti la sua minore pretesa di fedeltà e la sua capacità espressiva; in termini visivi, ciò significa lasciare più spazio alla creatività nella modulazione dei toni, nella resa delle texture, nella definizione delle forme e dei volumi; il linguaggio della fotografia in bianco e nero è fortemente orientato verso le qualità grafiche di proporzione, linea, forma e grana.

In particolare, una gran parte del piacere del bianco e nero è dato da sottili distinzioni visibili, per esempio, nella stampa di alta qualità dove si riescono a discernere i dettagli in ombra e nelle alte luci.